Navigazione veloce

A lezione di cittadinanza con Paul Polansky

Nell’ambito del progetto Diritti violati e al fine di consolidare negli alunni conoscenze ed esperienze in ambito di “Costituzione e Cittadinanza”, lo scrittore e attivista Paul Polansky terrà due lezioni, mescolando letture poetiche, racconto e testimonianza diretta, dal titolo: Homeless in the Heartland

Comunicazione della Dirigenza n. 353

Vicenza, 13 marzo 2019

 

Ai docenti

Agli studenti delle classi quinte (liceo, tecnico)

Agli studenti del serale

Ai genitori

Oggetto: A lezione di cittadinanza con Paul Polansky

Nell’ambito del progetto Diritti violati e al fine di consolidare negli alunni conoscenze ed esperienze in ambito di “Costituzione e Cittadinanza”, lo scrittore e attivista Paul Polansky terrà due lezioni, mescolando letture poetiche, racconto e testimonianza diretta, dal titolo:

Homeless in the Heartland

 

  • Venerdì 22 marzo alle ore 20.00 in auditorium (via Astichello) per le classi del serale (l’incontro è aperto a tutti gli interessati)

  • Sabato 23 marzo alle ore 10.30 in auditorium per le classi quinte dell’istituto tecnico e del liceo, in particolare per le classi: 5AL, 5BL, 5EL, 5CL, 5DL, 5BT, 5CT, 5DT. (Potranno partecipare a questo incontro anche classi o alunni del serale impossibilitati ad assistere a quello del venerdì e, previo consenso dei docenti dell’ora, altre classi oltre le succitate).

A seguire, un dibattito con la presenza di Cristina Salviati, responsabile del progetto Scarp de’ tenis di Vicenza.

Le classi in via Calvi partiranno alla volta della sede centrale con i loro docenti alle ore 9.30.

 

Paul Polansky. Nato a Mason City, Iowa (USA) nel 1942. Ha lavorato come giornalista ed ha pubblicato romanzi e saggi, ma è meglio conosciuto come poeta e come attivista per i diritti umani. Nel 2004 è stato insignito del Premio per i Diritti Umani della città di Weimar da Günter Grass, Premio Nobel per la letteratura nel 1999. Nel 2005 il suo film-documentario Gipsy Blood, visibile su youtube, è premiato al Golden Wheel International Film Festival di Skopje. Ha svolto studi sulla storia delle popolazioni rom dell’ex Jugoslavia, su campi di concentramento nazisti nei quali venivano trucidate, insieme a quelle ebraiche, intere comunità rom. Dirige progetti di aiuto e salvaguardia di queste popolazioni nel Kosovo e in Serbia per conto delle Nazioni Unite, della Society for Threatened Peoples, della Kosovo Roma Refugee Foundation (ONG fondata da Polansky stesso), della Voice of Roma. Le prime poesie apparse in italiano appartengono alla raccolta Imbattuto di Multimedia Edizioni nel 2009. Altre opere in versi pubblicate in Italia: Boxing Poems; La mia vita con gli Zingari, 2011;  Il Silenzio dei Violini (con Roberto Malini) 2012; La mano di Dio, 2012; e Il pianto degli Zingari, 2013; Homeless in America, 2013; Rockets, 2014. Nel 2014 Polansky ha ricevuto dalla Regione Veneto il premio di poesia alla carriera FluSSidiverSi; nel 2015 gli è stato assegnato un premio nazionale dalla Fondazione Romani Italia per il suo impegno a favore di rom e sinti in Italia e in Kosovo; nel 2015 ha ricevuto il premio internazionale Alfonso Gatto, a Salerno.

 

«Se vuoi aiutare le persone, devi conoscerle. E per conoscerle, devi vivere con loro», James Groppi, prete cattolico a Milwaukee nel Wisconsin, attivista per i diritti civili della comunità afroamericana e mentore dello scrittore.

Il Dirigente scolastico

Prof. Domenico Caterino

 

Non è possibile inserire commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi