Navigazione veloce

Linee guida per la stesura e la presentazione dei progetti.

Si comunicano le linee guida per fornire un supporto ai Responsabili di Progetto impegnati nella progettazione e realizzazione delle attività previste dal Piano dell’Offerta Formativa Triennale deliberato dal Collegio Docenti e, al tempo stesso, per fornire indicazioni normative vincolanti per l’attuazione dei progetti.

Comunicazione della dirigenza n. 40
Vicenza, 28 settembre 2019

Ai docenti responsabili di progetto
Al personale ATA
Istituto tecnico e Liceo artistico

 

Oggetto: Linee guida per la stesura e la presentazione dei progetti.

Le presenti linee guida intendono fornire un supporto ai Responsabili di Progetto impegnati nella progettazione e realizzazione delle attività previste dal Piano dell’Offerta Formativa Triennale deliberato dal Collegio Docenti per gli anni scolastici 2019-2020 e, al tempo stesso, fornire indicazioni normative vincolanti per l’attuazione dei progetti.

Si premette la necessità che i Responsabili di Progetto, impegnati nella progettazione e nell’attuazione degli stessi, tengano costantemente presente che tutti i progetti devono essere attivati in stretta conformità alla normativa nazionale. La stesura dei progetti, inoltre, dovrà tener conto anche delle linee guida fornite dal Consiglio d’Istituto, dell’atto di indirizzo del Dirigente Scolastico nonché delle indicazioni fornite dal Dirigente per il reperimento delle risorse finanziarie.

ANALISI DEI BISOGNI

La progettazione rappresenta uno sforzo comune volto al raggiungimento degli obiettivi formativi e di miglioramento contenuti nel PTOF e nel PDM. In particolare i progetti devono:

  • rappresentare preferibilmente “iniziative innovative” frutto di elaborazione condivisa dai docenti delle materie/dipartimento e del consiglio di classe;
  • tenere conto delle indicazioni stabilite nel Collegio Docenti e dei risultati valutati dalla presidenza secondo le direttive di valutazione stabilite dal Collegio Docenti (monitoraggi).

La progettazione, in ogni caso, non può prescindere da adeguate analisi dei bisogni formativi degli studenti destinatari, al fine di potenziare le capacità personali orientandole verso le competenze richieste dallo sviluppo socio-economico del territorio. A tal riguardo i promotori del progetto possono fare riferimento alle documentazioni di indagine pubblicate da Enti Istituzionali e Pubblici come, per esempio, Camera di Commercio (Indagine Excelsior), Confindustria, Confartigianato, Ordini professionali.

L’ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

Ogni progetto, redatto sullo specifico modello disponibile nell’area del sito istituzionale riservata ai docenti, dovrà analiticamente contenere le seguenti informazioni:

  • gli obiettivi misurabili che si intendono perseguire;
  • i destinatari ai quali si rivolge il progetto;
  • le metodologie didattiche utilizzate per il raggiungimento degli obiettivi;
  • eventuali rapporti con le altre scuole / istituzioni (progetti in rete);
  • le metodologie di monitoraggio (ingresso, itinere e uscita) con riferimento ai modelli previsti dal Sistema Qualità reperibili sul sito area progetti;
  • modalità di valutazione del successo del progetto;
  • indicatori definiti in sede di progettazione;
  • definizione dell’arco temporale all’interno del quale il progetto si attua;
  • le risorse umane interne, esplicitando se trattasi di attività aggiuntive di insegnamento / non insegnamento riferite al personale docente / ATA impegnato nel progetto, i cui compensi sono definiti dalle tabelle del CCNL 29/11/2007 o compensi forfetari;
  • le risorse umane esterne, allegando per ogni unità di personale coinvolta un curriculum da cui si evincano le competenze e le esperienze nell’area progettuale per cui si propone la collaborazione. Per i compensi si fa riferimento alle norme vigenti ed agli eventuali regolamenti approvati dal Consiglio d’Istituto. Il DS effettuerà l’individuazione degli esperti esterni sulla base di criteri di qualità e di trasparenza, definiti nel rispetto del D.I. n.44/01 artt.33 e 40;
  • le risorse strumentali (generalmente a costo zero unicamente per la pianificazione delle prenotazioni delle aule e dei laboratori speciali da utilizzare in attività extracurricolari);
  • il dettaglio di massima del materiale di consumo e di investimento necessario per la realizzazione del progetto.

SPESE AMMISSIBILI

  • Attività di progettazione, coordinamento, tutoraggio;
  • Docenza frontale;
  • Docenza in corsi di formazione;
  • Esperti esterni;
  • Spese per uscite (rimborsi spese);
  • Attività di supporto da parte del personale ATA;
  • Spese telefoniche (incluso l’accesso a internet);
  • Costi per fotocopie;
  • Costi per utilizzo materiale informatico (stampanti, carta, toner, cartucce, cd-rom, dischetti, collegamenti in rete, pc e relativi software operativi ecc…);
  • Libri e riviste;
  • Costi per utilizzo mezzi di trasporto privati e/o pubblici;
  • Buoni pasto per allievi impegnati in attività pomeridiane (es: corsi FSE, post-diploma);
  • Spese di rappresentanza nella fase dell’orientamento;
  • Materiale di consumo specifico per i laboratori;
  • Materiale di investimento specifico per i laboratori

PRESENTAZIONE DELLE SCHEDE DI PROGETTO

La presentazione delle schede di progetto dovrà avvenire entro e non oltre mercoledì 16 ottobre 2019 alle ore 12.00 sia in formato cartaceo (al sig.r Vincenzo  in ufficio didattica) sia in formato informatico (.doc, .pdf) utilizzando la funzione presente in Didattica > Invio files nel menù Docenti del sito d’Istituto.

Il file del progetto dovrà essere compilato utilizzando esclusivamente il modello unificato MSPR 05 SCHEDA PROGETTAZIONE (v. area riservata Docenti). Qualsiasi altro modello precedente in possesso dei docenti dovrà essere eliminato

Per consentire una corretta archiviazione, il file essere denominato nel modo seguente: MSPR 05 {NOME DEL REFERENTE}.

BUDGET DI RIFERIMENTO

È opportuno che nelle schede di progetto sia indicato, sulla base delle priorità eventualmente definite dal Collegio Docenti, il prevedibile budget per la realizzazione del progetto. Occorre altresì monitorare le azioni affinché il fabbisogno finanziario sia correlato ai risultati attesi.

Il budget per la parte relativa alle risorse umane interne è determinato dal Fondo dell’Istituzione Scolastica, oggetto di contrattazione con la RSU.

GLI INCARICHI

Prima dell’inizio delle attività, è necessario sottoscrivere incarichi formali con quanti (esperti, docenti interni, personale amministrativo, aziende sede di stage formativi, ecc.) siano coinvolti a qualsiasi titolo nell’attuazione del progetto.

Il Referente del Progetto compilerà il Modello di acquisizione Risorse umane per sottoporlo al visto del Dirigente scolastico.

BENI DI CONSUMO E STRUMENTAZIONE

Il referente del progetto / attività compilerà, insieme alla scheda di progetto, il Modello di acquisizione dei beni da sottoporre al visto del Dirigente scolastico per l’avvio delle procedure di acquisto (acquisizione offerta sulla base delle indicazioni fornite dal responsabile del progetto, comparazione delle offerte pervenute e scelta della più conveniente da parte del responsabile di progetto e Dirigente Scolastico, emissione del buono d’ordine).

DOCUMENTAZIONE E MONITORAGGIO

Tutta la documentazione relativa alla gestione del progetto dovrà essere conservata dall’Ufficio Patrimonio in appositi archivi (suddivisi per progetto). In particolare dovranno essere consegnati agli assistenti suddetti:

  • eventuali fogli presenze discenti controfirmati dal docente;
  • registri di presenze ove sia previsto;
  • programmi didattici e report finali ove previsto;
  • dichiarazione ore di servizio effettuate;
  • risultanze del monitoraggio, il quale può essere eseguito attraverso questionari distribuiti in forma cartacea oppure condivisi online;
  • prove di verifica dei risultati conseguiti dagli studenti se previsti nella scheda di progettazione.

Si ricorda che qualsiasi iniziativa deve essere monitorata e valutata durante tutto il suo percorso per valutarne l’efficienza e l’efficacia.

Si augura a tutti un buon lavoro e un sereno anno scolastico.

Il Dirigente scolastico
Prof. Domenico Caterino

Non è possibile inserire commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi